Il lavoro nelle scuole

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Associazione Atelier Vantaggio Donna,  a partire dal 2009,  si è voluta cimentare con  il tema degli stereotipi di genere e la loro influenza sulla costruzione di relazioni sane o segnate dal controllo, rivolgendosi quindi alla popolazione scolastica con l’obbiettivo di:

  1. Far scoprire ai ragazzi e alle ragazze quali sono le differenze tra una relazione interpersonale sana e una relazione condizionata dagli stereotipi e da modelli sessisti.
  2. Aiutare i ragazzi e le ragazze ad andare oltre gli stereotipi che creano disagio nella costruzione della loro identità personale e nelle loro relazioni.
  3. Sensibilizzare i ragazzi e le ragazze sulle conseguenze che possono avere gli stereotipi sul loro benessere e sulle loro scelte di vita.
  4. Sviluppare una maggiore percezione della violenza di genere e delle sue conseguenze.
  5. Promuovere il ruolo attivo dei ragazzi e delle ragazze nel contrasto dei comportamenti controllanti e/o violenti ispirati ad una cultura sessista.

Per questo abbiamo creato una serie di moduli formativi che coprono una larga fascia di età (9-19 anni) che affrontano il tema degli stereotipi di genere e accompagnano i bambini e le bambine e  i ragazzi e le ragazze alla loro decostruzione per arrivare a costruire uno sguardo critico sulle  gerarchie che sottendono ai generi ed affrontare, infine,  il tema del controllo  nelle relazioni amorose e quello delle aggressioni e delle molestie sessuali. A questo percorso si è aggiunta, negli ultimi anni,  una ulteriore offerta formativa su temi quali bullismo, cyberbullismo, sexting, revengeporn.

Per Atelier tutto ciò rappresenta l’impegno a produrre un cambiamento nelle strutture culturali che contribuiscono in larga parte a produrre un grande disorientamento nei/nelle giovani.

Infine, la nostra offerta formativa comprende anche un modulo rivolto alle/agli insegnanti ed ai genitori, per favorire la loro capacità di leggere criticamente l’attuale strutturazione dei ruoli di genere, le relative asimmetrie e i danni che ne derivano.